PNG Importanti

  • Helais ir’Lantar: ambasciatore dell’Aundair, l’avete conosciuto durante le indagini sull’assassinio dell’attrice Kelani. Avete poi scoperto che in realtà è un Rakshasa e che era sulle tracce di un libro contente informazioni sul Giorno del Lamento. Non siete riusciti ad impedirgli di ottenerlo, ma ne avete strappato una pagina, sperando di ostacolare i suoi piani.
  • Ian ir’Fosslow: capo delle guardie di Sharn, è colui che vi ha assoldato per indagare sull’assassinio dell’attrice Kelani. Avete poi scoperto che è un membro delle Lanterne Scure e fa rapporto direttamente al Re Boranel.
  • Mariadél Lògre: gestisce un’orfanotrofio della Fiamma Argentea nei bassifondi di Sharn, nel quartiere Caduto.
  • Rufuus Cramley: proprietario del Basilisco di Pietra, la taverna sopra la quale ha sede la base operativa di B.S.Eye. Affabile e sempre pronto a scherzare, spesso vi trovate al bancone a fine giornata (o anche la mattina presto) per rilassarvi e bere qualcosa.
  • Saidan Boromar: capo del Clan Boromar, siete entrati in contatto con suo nipote durante un investigazione e avete fatto una buona impressione. Nonostante la fama del clan, Saidan è una persona con dei principi, e mette la famiglia prima di tutto.
  • Trelib d’Medani: è l’attuale patriarca della casata Medani e un amico di lungo tempo di re Boranel. Questa compagnia spesso fa sì che la casa sia più aperta e favorevole con quella di Breland che con le altre cinque nazioni. C’è chi afferma che Trelib utilizza la sua amicizia con il re Boranel per i propri fini e che abbia piazzato agenti segreti Medani in tutto il Breland. Alcuni addirittura dicono che abbia unità all’interno delle Lanterne Scure del Re. Voi avete guadagnato la sua fiducia e il suo rispetto salvando sua figlia dalle grinfie di Victor Saint Demain.
  • Victor Saint Demain: probabilmente uno dei migliori investigatori di Sharn, Victor è stato colto dal seme della pazzia quando si è visto rifiutare l’ingresso al casato Medani. Accecato dall’odio ha orchestrato il rapimento di Zelina d’Medani, figlia del Barone, salvata poi da B.S.Eye con conseguente cattura di Victor (ridotto alla sedia a rotelle dal crollo) e il suo imprigionamento a Cuore dell’Inferno, la prigione di massima sicurezza della Città delle torri. Da lì, comunque, continua ad ordire le sue trame, creando un assassino di nome Quoth il Corvo che ha provato di fare fuori gli investigatori di B.S.Eye. Il piano non ho successo e ora Victor è incarcerato al Cuore dell’Inferno, impossibilitato a muoversi e in preda alla pazzia.

PNG Importanti

B.S.Eye Guolfo Guolfo